I nostri impianti sono progettati per massimizzare i ricavi del prodotto primario (il biometano) e dei sottoprodotti derivati dalla biodigestione anaerobica, principalmente CO2 e compost e grazie al nostro know-how, anche per rispettare l’ambiente. Consideriamo importante concludere il ciclo dei rifiuti interamente in impianto con il recupero produttivo anche dell’intera anidride carbonica di derivazione: una prospettiva vantaggiosa economicamente ed eticamente.

 

Investire nel biometano, anche in seguito alle normative incentivanti previste nel decreto del 3 marzo 2018, significa un rientro veloce dei costi sostenuti ed una resa economica importante e costante per molti anni, anche per questo i nostri progetti, preceduti da analisi di fattibilità approfondite, si rendono affidabili anche in prospettiva di bancabilità degli stessi.

 

Un importante riferimento per quanto riguarda le garanzie di redditività è dato dal valore dei certificati di immissione in consumo previsti

 

VALORE DEI CERTIFICATI DI IMMISSIONE IN CONSUMO (CIC)

I CIC  si considerano valutabili in  Single counting e Double counting, il calcolo viene effettuato considerando la tipologia di prodotto  utilizzato per ottenere il biometano.

In particolare, il D.L.  cita:

“  il quantitativo di biometano da utilizzare per il calcolo dei CIC è determinato sulla base del biometano prodotto tenendo conto delle materie prime in ingresso a tutti gli impianti di produzione di biogas collegati al dispositivo di depurazione e raffinazione con modalità stabilite dal GSE nelle procedure operative. (D.L 2 MARZO 2018) La maggiorazione di cui all’articolo 33, comma 5, del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, è riconosciuta al biometano prodotto da materie di cui alle parti A e B dell’Allegato 3 del decreto del Ministro dello sviluppo economico 10 ottobre 2014 e successive modifiche…..” attribuendo a ciascun certificato un valore pari a 375,00 euro. c)”

“10 Gcal di biocarburanti dà diritto ad un certificato. L’immissione in consumo di biocarburanti di cui all’articolo 33, comma 5 del decreto legislativo del 3 marzo 2011, n.28 e successive modifiche e integrazioni, e di carburanti e biocarburanti prodotti da materie prime di cui all’allegato 3 dà diritto a ricevere un certificato ogni 5 Gcal immesse.

 

 

                

         RICAVI BIOMETANO (VENDITA / CIC)

          Incentivo x Sm³ CH4  =  € 375 / CIC

single   counting  ~ 30 cent/€

double counting ~  60 cent/€

ricavo da immissione in rete (1 Sm3 CH4 = 34 MJoul  ~  20 cent/€

Totale CIC + vendita     single counting   ~  50 cent/€

Totale CIC + vendita    double counting  ~  80 cent/€

 

Va considerato che i CIC sono previsti anche per i biocarburanti avanzati, ciò in considerazione della produzione di biocombustibile da microalghe.

NEL BIOMETANO

INVESTIRE

PERCHE'

Materie prime e carburanti che danno origine a biocarburanti contabilizzabili come avanzati. (estratto dal testo del d.l- 2 marzo2018)

  1. Alghe, se coltivate su terra in stagni o fotobioreattori.

  2. Frazione di biomassa corrispondente ai rifiuti urbani non differenziati, ma non ai rifiuti domestici non separati soggetti agli obiettivi di riciclaggio di cui all’articolo 181 e allegato E del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152.

  3. Rifiuto organico come definito all'articolo183, comma 1 lettera d), proveniente dalla raccolta domestica e soggetto alla raccolta differenziata di cui all'articolo183, comma 1, lettera p), del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152.

  4. Frazione della biomassa corrispondente ai rifiuti industriali non idonei all'uso nella catena alimentare umana o animale, incluso materiale proveniente dal commercio al dettaglio e all'ingrosso e dall'industria agroalimentare, della pesca e dell'acquacoltura, ed escluse le materie prime elencate nella parte B del presente allegato.

  5. Paglia.

  6. Concime animale e fanghi di depurazione.

  7. Effluente da oleifici che trattano olio di palma e fasci di frutti di palma vuoti.

  8. Pece di tallolio.

  9. Glicerina grezza.

  • Bagasse.

  • Vinacce e fecce di vino.

  • Gusci.

  • Pule.

  • Tutoli ripuliti dei semi di mais.

  • Frazione della biomassa corrispondente ai rifiuti e ai residui dell'attività e dell'industria forestale quali corteccia, rami, prodotti di diradamenti precommerciali, foglie, aghi, chiome, segatura, schegge, liscivio nero, liquame marrone, fanghi di fibre, lignina e tallolio.

  • Altre materie cellulosiche di origine non alimentare definite all'articolo 2, comma 1, lettera q-quinquies).

  • Altre materie ligno-cellulosiche definite all'articolo 2, comma 1, lettera q-quater), eccetto tronchi per sega e per impiallacciatura.

  • Carburanti per autotrazione rinnovabili liquidi e gassosi di origine non biologica.

 

  1. Cattura e utilizzo del carbonio a fini di trasporto, se la fonte energetica è rinnovabile in conformità dell'articolo 2, comma 1, lettera a).

  2. Batteri, se la fonte energetica è rinnovabile in conformità dell'articolo 2, comma 1, lettera  a).

 

 

Parte B. Materie prime e carburanti che non danno origine a biocarburanti contabilizzabili come avanzati.

  1. Olio da cucina usato.

  2. Grassi animali classificati di categorie 1 e 2 in conformità del regolamento (CE) n. 1069/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio.

GSE

New sati engineering srl         piazzale G. Giolitti 11    C.A.P. 47122  Forlì  (FC)         P.I. 04458610401

twitter
ufficiostampasati

sei il visitatore n°

New sati engineering
NEW SATI ENGINEERING
impianti biometano
impianti biometano
NEW SATI ENGINEERING
new sati engineering
new sati engineering

I loghi presenti nel portale web sono marchi di proprietà della società New sati engineering srl. Tutti i diritti relativi a contenuti ed immagini del presente sito web sono di proprietà dell'amministratore incaricato dalla società New sati engineering srl - chi violasse i termini di proprietà senza autorizzazione viola i termini di legge.

Le immagini e gli articoli tratti da Internet sono considerabili di dominio pubblico. Qualora il loro utilizzo violasse involontariamente le leggi vigenti in materia di Copyright, è possibile, tramite la sezione apposita, contattare la nostra Redazione, la quale provvederà alla loro immediata rimozione.

tutti i diritti amministrativi del presente sito web sono riservati, per contattare l'amministratore clicca quì